Regolamento GLHI

REGOLAMENTO GLHI
Gruppo di Lavoro sull’Handicap d’Istituto
Art.1 – La composizione del GLH d’Istituto
1) Il Gruppo di Lavoro sull’Handicap (GLH) dell’Istituto Comprensivo conformemente all’art. 15, comma 2 della legge 104/92 è costituito da:
a) il Dirigente Scolastico
b) il Referente GLH (Funzione Strumentale per l’handicap e DSA), che lo presiede su delega del Dirigente Scolastico;
c) i collaboratori del dirigente scolastico;
d) gli Insegnanti di sostegno operanti nell’Istituto sia con contratto a tempo indeterminato che con contratto a tempo determinato;
e) due rappresentanti dei genitori degli alunni disabili frequentanti la scuola; f) due rappresentanti del personale ATA della scuola;
g) uno o più rappresentanti degli operatori sanitari coinvolti nei progetti formativi dei ragazzi frequentanti e i rappresentanti dell’equipe socio- psico- pedagogica.
h) i rappresentati degli EE.LL.
Art.2 – Convocazione e Riunioni del GLH
Le riunioni sono convocate dal Dirigente scolastico e presiedute dallo stesso o da un suo delegato. Le deliberazioni sono assunte a maggioranza dei componenti. Di ogni seduta deve essere redatto apposito verbale. Il GLH si può riunire in seduta plenaria, ristretta (con la sola presenza degli insegnanti), o dedicata (con la partecipazione delle persone che si occupano in particolare di un alunno). In quest’ultimo caso il GLH è detto operativo. Possono essere invitati a partecipare alle riunioni anche esperti esterni o persone che, al di fuori dell’Istituto, si occupino degli alunni con disabilità.
Art.3 – Competenze del GLHI Il GLH di Istituto presiede alla programmazione generale dell’integrazione scolastica nella scuola ed ha il compito di collaborare alle iniziative educative e di integrazione previste dal piano educativo individualizzato dei singoli alunni attraverso l’attuazione di precoci interventi atti a prevenire il disadattamento e l’emarginazione e finalizzati alla piena realizzazione del diritto allo studio degli alunni con disabilità. In particola il GLHI si occupa di: a) gestire e coordinare l’attività concernenti gli alunni con disabilità o DSA al fine di ottimizzare le relative procedure e l’organizzazione scolastica; b) analizzare la situazione complessiva dell’istituto (numero di alunni con disabilità, tipologia degli handicap, classi coinvolte); c) individuare i criteri per l’assegnazione degli alunni con disabilità alle classi; d) individuare i criteri per l’assegnazione dei docenti di sostegno alle classi, per la distribuzione delle ore delle relative aree e per l’utilizzo delle compresenze tra i docenti; e) seguire l’attività dei Consigli di classe, interclasse, intersezione degli Insegnanti di sostegno, verificando che siano seguite le procedure corrette e che sia sempre perseguito il massimo vantaggio per lo sviluppo formativo degli alunni nel rispetto della normativa; f) proporre l’acquisto di attrezzature, sussidi e materiale didattico destinati agli alunni con disabilità o DSA o ai docenti che se ne occupano; g) definire le modalità di accoglienza degli alunni con disabilità; h) analizzare casi critici e proposte di intervento per risolvere problematiche emerse nelle attività di integrazione; i) formulare proposte per la formazione e l’aggiornamento dei docenti, anche nell’ottica di corsi integrati per il personale delle scuole, delle ASL e degli Enti locali, impegnati in piani educativi e di recupero individualizzati. j) formulare proposte su questioni di carattere organizzativo attinenti ad alunni con disabilità o DSA;
Art.4 – Competenze del Referente GLHI (Funzione strumentale per l’handicap) Il Referente GLH si occupa di: a) convocare e presiedere le riunioni del GLHI su delega del dirigente scolastico; b) predisporre gli atti necessari per le riunioni del GLHI; c) verbalizzare le sedute del GLHI; d) d) curare la documentazione relativa agli alunni in situazione di disabilità o DSA, verificarne la regolarità e aggiornare i dati informativi garantendone la sicurezza ai sensi della normativa vigente sui dati personali e sensibili dell’Istituto; e) tenere i contatti con l’ASL e con gli altri Enti esterni all’Istituto; f) collaborare col dirigente scolastico alla elaborazione del quadro riassuntivo generale della richiesta di organico dei docenti di sostegno sulla base delle necessità formative degli alun- ni con disabilità o DSA desunte dai relativi PEI e dalle relazioni finali sulle attività di integrazione messe in atto dai rispettivi Consigli di classe; g) collaborare all’accoglienza dei docenti specializzati per le attività di sostegno; h) curare l’espletamento da parte dei Consigli di classe, interclasse, intersezione o dei singoli docenti di tutti gli atti dovuti secondo le norme vigenti; i) convocare i Consigli di classe, interclasse, intersezione, d’intesa con il Dirigente Scolastico e i Coordinatori, per discutere questioni attinenti ad alunni con disabilità o DSA; j) coordinare l’attività del GLH in generale. Art.4 – Competenze dei Docenti di sostegno membri del GLHI 1) Gli Insegnanti di sostegno si occupano di: a) seguire l’attività didattica degli alunni a loro affidati, secondo le indicazioni del Consiglio di classe, interclasse, intersezione e del GLHI; b) partecipare ai Consigli di classe, interclasse, intersezione, al GLHi e al GLHO e agli incontri di verifica con gli operatori sanitari; c) collaborare ed informare gli altri membri sulle problematiche relative all’alunno con disabilità o DSA e sulle procedure previste dalla normativa. d) partecipare, alla luce delle NUOVE LINEE GUIDA, ai lavori di verifica e valutazione di tutti gli alunni delle classi, ove inseriti, essendone contitolari.
Art.5 – Competenze dei membri non docenti del GLHI
I rappresentanti dei genitori, del personale ATA, degli EE.LL. e dei servizi socio-sanitari membri del GLH d’Istituto esprimono proposte di modifica al presente Regolamento e all’assetto organizzativo dell’Istituto relativamente all’integrazione scolastica degli alunni in situazione di disabilità o DSA.
Art.6 – Competenze dell’Equipe Pedagogica nelle cui classi/sezioni sono presenti alunni in situazione di handicap 1) I Teams pedagogici, per quanto concerne gli alunni con disabilità o DSA, devono: a) discutere e approvare il percorso formativo (facilitato o differenziato) più opportuno per l’alunno; b) redigere, insieme al docente di sostegno, il PEI e il PDF da presentare al GLHO; c) essere informati su tutte le problematiche relative all’alunno con disabilità o DSA per quanto è necessario all’espletamento dell’attività didattica; d) essere informati delle procedure previste dalla normativa.
Torre del Greco, 16/11/2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *